© 2020 — credits
il nostro obiettivo è

mostrare
percorsi e
opportunità

trasmettere
nuove
motivazioni
costruire
insieme
nuovi scenari
scopri
di più ↓

mission

cosa vorremmo fare

Saper "leggere" il mercato del lavoro, analizzarlo e costruire iniziative e progetti, realmente attivi, che portino ad una maggiore inclusione, soprattutto per chi parte da situazione di svantaggio competitivo.

Essere nel mondo significa, per noi, saperne prevedere i cambiamenti e premunirsi per affrontarne le sfide. Non tutti si trovano nella condizione di poter partecipare attivamente, in qualità di cittadini e lavoratori.

La distanza che si determina rischia di generare una forte esclusione ed emarginazione dalla società. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a sviluppare una solida consapevolezza di sé, del proprio valore e dei propri mezzi, a ritrovare un baricentro, un punto di partenza dal quale orientarsi verso il futuro.

come vediamo il mondo

Una società più inclusiva, aperta, che sappia valorizzare le persone e che sappia connettere l'idea di lavoro con quella di formazione, di conoscenza, di sapere.

Formarsi, aggiornarsi, recuperare conoscenze ed esperienze utili è passaggio imprescindibile per consentire a chi rimane indietro di recuperare il gap in modo soddisfacente e tempestivo e trovare la propria collocazione nella società. Officina Futuro può tendere la mano e facilitare questo recupero.

vision

Officina futuro si occuperà di

orientare
e cercare
di riorientare

creare cultura
del lavoro
e nel lavoro

valorizzare
e reinserire figure
lavorative over 50

sviluppare
nuove e diverse
abilità

promuovere
progetti e attività
inclusivi

combattere
le disparità
e gli stereotipi

attività

le nostre attività
. progetto

Girls code it better

Pur essendo portate per le professioni STEM solo una piccola percentuale di ragazze intraprende studi scientifici. E' nato così il progetto Girls Code it Better, che coinvolge le ragazze delle scuole secondarie di secondo grado. Tramite incontri e lezioni, degli esperti aiutano le studentesse ad acquisire le migliori competenze e abilità in ambito digitale. Questo perché, in un futuro prossimo, siano più preparate e determinate a sfruttare le migliori opportunità lavorative offerte dal settore, o a crearsene in autonomia.

scopri tutte le attività

le ultime news

Rimani aggiornato:

Girls Code It Better: i primi risultati della ricerca dicono che siamo sulla buona strada

15.07.2020

Preliminary results of the research by professors Michela Carlana (Harvard University and LEAP‐ Bocconi University) and Margherita Fort (University of Bologna) involving students who participated to the project in the school year 2018‐19.

Several explanations have been proposed to justify these gender inequalities: the widespread presence of gender stereotypes, reduced awareness and confidence in one's abilities, the lack of knowledge of the benefits that can be gained from the continuation of the training course in scientific fields, the role of family and teachers in directing towards particular paths. The persistence in the choice of areas of study between high school and university suggests that it is important to intervene limiting barriers that prevent choosing the preferred field, al-ready when attending junior high school.

The Girls Code It Better (GCIB) project (formerly run by MAW Men At Work's and currently by Fondazione Officina Futuro) targets junior high school girls and aims at reducing gender dis-parities in STEM fields by facilitating the discovery of tools and knowledge in the technical ar-ea, creating opportunities to exercise critical thinking to solve practical problems by promoting team‐ work.

Officina Futuro e Comune di Bologna insieme per Girls Code It Better

11.06.2020

Officina Futuro Fondazione MAW e il Comune di Bologna tramite dell'Ufficio Pari Opportunità, Tutela delle differenze e Contrasto alla violenza di genere rinnovano la collaborazione e anche il prossimo anno scolastico si impegnano a portare Girls Code It Better in alcune scuole secondarie di primo e secondo grado di Bologna.

La collaborazione è nata nell'anno scolastico appena concluso attraverso un progetto presentato sul "Bando Regionale volto a sostenere la presenza paritaria delle donne nella vita economica del territorio, favorendo l'accesso al lavoro, i percorsi di carriera e la promozione di progetti di welfare aziendale finalizzati al worklife balance e al miglioramento della qualità della vita delle persone" che ha visto la realizzazione di laboratori anche nelle scuile secondarie di secondo grado.

Bologna è da sempre protagonista di Girls Code it Better, è un territorio attivo e capace di accogliere le sfide per trasformarle in esperienze di crescita.

L'iniziativa nata ormai 7 anni fa per avvicinare le ragazze alla tecnologia attraverso laboratori di progettazione, di programmazione informatica e fabbricazione digitale negli anni ha visto la partecipazione di 3460 ragazze su 11 regioni italiane.

I nuovi Club partiranno a novembre 2020.

leggi tutte le news

hai bisogno di maggiori informazioni?

Compila il form

domande?